La smartband per tutte le tasche: Xiaomi Mi Band 4

La smartband per tutte le tasche: Xiaomi Mi Band 4

La tecnologia applicata alle attività di tutti i giorni, il cosiddetto ubiquitous computing, pervade ancora di più il nostro corpo oggigiorno. Il cellulare è diventato praticamente un prolungamento dei nostri arti, adesso è arrivato il momento di “indossare” le informazioni per portarle sempre con noi! Grazie alle innovazioni, sul braccio un semplice orologio è diventato un media center, con i modelli più costosi ci si può addirittura parlare, come faceva Michael Knight con KITT in Supercar, serie cult degli anni Ottanta.

Lasciamo perdere per un attimo l’Apple Watch che ha costi alquanto proibitivi per l’utente medio e focalizziamoci su un device che fa del rapporto qualità-prezzo il suo cavallo di battaglia: lo Xiaomi Mi Band 4.

Dopo aver abbinato il nostro smartphone tramite bluetooth, sul nostro piccolo schermo comparirà ogni tipo di notifica: chiamate, messaggi Whatsapp (ancora senza emoji purtroppo), Facebook, mail, promemoria, ecc. senza bisogno di andare a cercare il cellulare quando lo sentiamo squillare.

A differenza dei wearable più costosi, la Mi Band non possiede un GPS integrato, che è presente solo nell’app Mi Fit collegata e non ha altoparlanti e microfono in quanto si tratta unicamente di un dispositivo video che avvisa tramite vibrazione. Rispetto al modello precedente, è stato inserito un player musicale che permette di mettere in pausa, cambiare canzone e modificare il volume.

L’evoluzione tra questa Mi Band 4 e il suo predecessore (la Mi Band 3) è notevole in quanto monta un display AMOLED a colori da 0,95″, il precedente era in bianco e nero e, soprattutto, era difficoltoso da vedere al sole, mentre il nuovo modello non ha assolutamente alcun problema di luminosità.

Con l’arrivo dei colori l’utente può sbizzarirsi nella scelta della watchfaces, lo sfondo dell’orologio ogni volta che si accende, ce ne sono diverse sulla sua applicazione e ne hanno rilasciate tante anche su vari siti internet.

Display a colori e alta luminosità vuol dire anche inferiore durata della batteria che rimane comunque molto lunga rispetto ai rivali più blasonati, l’Apple Watch ha un’autonomia di 24-36 h, la Mi band 4 non si scarica prima di almeno 10-15 giorni.

Questa smartband è impermeabile quindi ci si può fare anche tranquillamente il bagno in mare o in piscina, difatti è stata inserita nella sezione Allenamento anche la voce Piscina e il dispositivo conterà il numero delle bracciate effettuate. (Piccola nota: dopo il bagno in mare è consigliabile sempre sciacquarla sotto acqua dolce per impedire incrostazioni di sale sul display e sui sensori.

Il prezzo di vendita iniziale per la Xiaomi Mi band 4 è di 34.99€ che ne sottolinea la grande economicità per un oggetto che comunque vale molto di più di ciò che offre.

Se volete vedere la Mi Band 4 all’opera, di seguito c’è la video recensione fatta da HDblog.it.

Fabrizio Muscio

Appassionato di serie tv, hi-tech e sport. Ho avuto esperienze lavorative in grandi aziende come Sky Italia e Warner Bros a Roma. Pochi anni per essere definito vecchio, troppi anni per essere definito "Millenial"!