Cosa fare per comprare una PS5 senza uscire di casa

Cosa fare per comprare una PS5 senza uscire di casa

Sette anni dopo, la Sony produce la sua nuova console, la Playstation 5. Chi, come me, ha deciso di passare alla “Next Gen”, dalla data della sua uscita, ovvero 19 novembre 2020 (possiamo anche calcolare settembre, data in cui sono partiti i preordini) avrà incontrato e sta incontrando tuttora una marea di problematiche, dovute al fatto che la domanda per la nuova console è altissima, mentre l’offerta ha risentito della pandemia e della mancanza di disponibilità dei componenti che ha limitato la produzione di questo articolo.

Al momento PS5 è venduta solamente online, con piccole, se non infime, possibilità di trovarla direttamente nei negozi fisici, dato che Sony ha deciso di permettere la vendita solo online per evitare assembramenti.

Personalmente, anche io ho seguito questa evoluzione dall’uscita della PS5 e nonostante fossi su Amazon praticamente dalla mattina alla sera, non riuscivo mai a trovare il prodotto disponibile, anche perché il più noto e-commerce al mondo ha centellinato le uscite, una volta ogni 30-40 giorni minimo. Quando il prodotto esce su Amazon non dura più di 3-4 minuti, anche le notifiche via mail sull’uscita del prodotto non riescono ad arrivare in tempo che le scorte sono già esaurite.

Molti non sanno il motivo per cui alcuni prodotti, molto richiesti quando escono, durino pochi secondi. Alcuni esperti informatici creano dei bot, ovvero dei programmini che seguono una determinata pagina su internet che visualizza il cambiamento della disponibilità del prodotto e riescono a confermare molti acquisti in tempo reale bloccando tutti gli altri utenti “normali” che si presentano in orario, ma che non saranno mai veloci quanto una macchina nel confermare ordini e dati. Queste console vengono poi rivendute a prezzi esorbitanti su altre piattaforme tipo eBay, si va da un minimo di 700 euro per arrivare anche a 1000-2000 euro e molti preferiscono pagare il sovrapprezzo, cosa non si fa per alimentare il proprio ego e ricevere in anticipo rispetto a tutti la console dei propri desideri.

Il negozio/sito online che più ha dimostrato di poter soddisfare i clienti è stato Gamestop, man mano che i mesi sono passati, le giornate di “drop”, ovvero di rilascio delle disponibilità, della console sono aumentate e il sito ha impiegato una tecnica “anti-bot”, creando una coda random che permette ad alcuni utenti che entrano nell’orario stabilito di poter acquistare la console. Questo metodo ha i suoi pro e i suoi contro, perché dà la possibilità a chi si metta in coda più tardi di poter acquistare la console a scapito di chi magari è arrivato prima.

Negli ultimi mesi anche Mediaworld ha adottato il metodo della coda virtuale, ma a memoria recente ci sono state solamente 2 date di rilascio della PS5, con circa 1000 pezzi disponibili e code che arrivavano anche a 40mila persone, moltissimi sono rimasti a bocca asciutta quindi.

La console che vedete nella foto è quella arrivata a casa mia due giorni fa. Vi spiego quindi come ho fatto ad acquistare la PS5 online su Amazon.it e vi dò 5 consigli su come comportarvi su tutti i siti che la mettono in vendita per tentare di accaparrarvi questo gioiellino, anche perché i rumors dicono che la scarsa disponibilità continuerà a perdurare fino al 2022.

1° consiglio – TELEGRAM

Se non l’avete già, scaricate Telegram, il rivale di Whatsapp, permette, oltre a comunicare con i nostri contatti, di iscriversi a dei gruppi o canali dedicati che postano in tempo reale le disponibilità della console. Alcuni canali sono specifici per le notifiche della Playstation, altri notificano prodotti tecnologici scontati come anche gli accessori della stessa PS5. Se possibile e se l’avete a disposizione, abbinate il telefono ad uno smartwatch che vi gira queste notifiche, non avrete il pensiero di guardare sempre il cellulare.

Vi scrivo qui una lista dei canali e gruppi che ho usato per monitorare le disponibilità, ovviamente per ottenere le notifiche in tempo reale dovete attivarle sul vostro smartphone così da ricevere tutti gli aggiornamenti.

Just Track It – Se dessero la possibilità agli utenti di scrivere in questo gruppo probabilmente gli manderei una mail piena di ringraziamenti perché è grazie a loro che sono riuscito ad acquistare la mia PS5 su Amazon.it.

Su questo canale non si può infatti postare nulla o fare domande e oltre alle console (sia PS che Xbox) notifica anche diversi componenti per PC, ma arriva sempre prima di tutti gli altri per quanto riguarda la disponibilità della Playstation su Amazon, e non solo di quello italiano, ma anche di quello inglese, francese, spagnolo e tedesco. Ho provato negli scorsi mesi ad acquistare anche dagli Amazon stranieri, ma lì la disponibilità finiva molto più velocemente e bisogna essere anche attenti alle spese di spedizione, che il venditore sia effettivamente Amazon o un terzo e che il prodotto possa essere effettivamente spedito in Italia.

Just Track It è sicuramente il primo canale che dovete aggiungere su Telegram se volete monitorare la PS5 su Amazon.

PS5 World ITA – Questo gruppo diversamente dal precedente è “aperto al pubblico”, ovvero chiunque può scrivere post. Molto spesso anticipano l’uscita dei drop non annunciati, ad esempio Gamestop (che manda una mail solo a chi paga la famosa tessera GS+ per comunicare in anteprima la data del nuovo rilascio). In questo gruppo quindi si discute anche di tutto il mondo Sony, dai giochi ai tv/monitori migliori per giocare. Vi suggerisco magari per questo gruppo di non lasciare le notifiche attive, ma controllare i post sempre tra la mattina e l’ora di pranzo. I rilasci di Gamestop sono sempre alle 15.30 e quelli di Mediaworld sono avvenuti alle 15, quindi non c’è bisogno su questo gruppo di un monitoraggio costante.

Altri canali Telegram che notificano la disponibilità di PS5 (senza possibilità di scrivere) sono: PS5 DROP ITALIA, Videogiocare.it, NextGenPlaystationFinderItalia. Su questi quindi vi consiglio di attivare tutte le notifiche e non silenziarli.

2° consiglio – PREINSERIMENTO INDIRIZZO E CARTA SU AMAZON

Una volta ricevuta la notifica di disponibilità della PS5 e aver avuto accesso alla pagina che permette di aggiungere l’articolo nel carrello, avete pochissimi secondi per poter fare l’acquisto. Su Amazon.it dovete aver già salvato tutti i dati con indirizzo e carta predefiniti, così che una volta cliccato su “Aggiungi al carrello” (sulla Play hanno disabilitato il tasto “Acquista ora” nella pagina del prodotto o almeno quando l’ho acquistata io non c’era, nel caso ci fosse, premete subito “Acquista ora” così da confermare l’ordine con un click) e poi “Procedi all’ordine”, così da non perdere tempo a selezionare l’indirizzo di consegna o il numero della carta. Ricordatevi che se state inserendo un indirizzo mai usato, il sito vi chiederà di riconfermare la carta, quindi fate attenzione a scegliere un indirizzo e una carta che avete già utilizzato in passato. A me è capitato che non venisse segnalata la disponibilità dell’articolo sulla prima pagina, ma l’ho poi trovata su “Visualizza tutte le opzioni di acquisto”. Potreste trovare anche l’articolo venduto da venditori terzi, quindi notate se ci sia scritto “Spedito da Amazon” (anche se è venduto da terzi, ma spedito da Amazon va bene lo stesso). Inizialmente potrebbe darvi dei problemi o uscirvi una pagina di errore, se così fosse riprovate tornando indietro e riprocedete all’ordine, anche da dispositivi diversi (nel mio caso l’ho aggiunto al carrello dall’app dello smartphone, non mi ha fatto procedere all’ordine e l’ho concluso ritornando al carrello dal pc).

Se non sapete come modificare o inserire i dati su Amazon.it, basta andare sul menù e poi andare su “Il mio account – Indirizzi”, mentre per inserire una nuova carta “Il mio account – I tuoi pagamenti”.

3° consiglio – EFFETTUARE LA REGISTRAZIONE SU GAMESTOP, UNIEURO, MEDIAWORLD O TRONY

Se foste così fortunati da riuscire a trovare la disponibilità della Playstation in una di queste catene di elettronica, non dovete assolutamente cinchischiare. Prima che esca il drop, è fondamentale effettuare la registrazione e confermare il login automatico per finalizzare l’acquisto. Senza registrazione è impossibile completare l’ordine, a meno che il sito non permetta l’acquisto come ospite, ma bisognerebbe comunque inserire tutti i dati come l’indirizzo di consegna o l’email, cose che porterebbero ad un ulteriore perdita di tempo perché il prodotto non viene nel frattempo bloccato e la fila scorrerà. La registrazione permette di vedere tutti i dati già inseriti.

4° consiglio – NON PAGARE CON PAYPAL

Mi rendo conto che il pagamento con Paypal è il più sicuro e copre eventuali disguidi durante o dopo l’ordine, ma, stranamente, rallenta di molto le operazioni di pagamento. Ho infatti provato due volte ad acquistare con PayPal su Gamestop, il cui processo di conferma è un po’ arzigogolato visto che deve arrivare una notifica dall’app oppure un codice via sms e dopo aver confermato il “Paga ora”, l’ordine non è stato confermato e non mi è arrivata alcuna mail.

Se pagate su siti di negozi conosciuti come ad esempio i sopracitati Gamestop o Mediaworld, non ci sono problemi di sicurezza nel pagamento e nell’invio di quanto ordinato.

Il mio consiglio, quindi, non è di non pagare in assoluto con Paypal, ma inserendo i dati della propria carta di credito o debito ci vorrà sicuramente meno tempo rispetto alla prima soluzione, evitando di perdere tempo prezioso prima che le disponibilità vengano esaurite.

5° consiglio – INIZIARE A ENTRARE NEI SITI MEZZ’ORA PRIMA DELL’ORARIO DEFINITO PER IL DROP

Dopo i primi drop dei siti come Gamestop o Mediaworld si è capito che l’orario pubblicato non era davvero quello reale, ma la coda iniziava a formarsi già alcuni minuti prima.

Nel caso di Gamestop, nonostante abbiano annunciato sempre le 15.30 come orario previsto, la coda si è iniziata a formare dalle 15.15 in poi. Nel caso di Mediaworld erano le 15, ma già dalle 14.45-14.50 il sito mostrava le pagina della sala d’attesa virtuale.

Per non avere troppe persone davanti consiglio di collegarsi una mezz’ora prima dell’orario comunicato e aggiornare la pagina finchè non apparirà la sala d’attesa del sito. Una volta in sala d’attesa non riaggiornare più perché si perde il proprio “numero” in fila.

Con questi 5 accorgimenti sono riuscito a comprare la mia PS5 in un mese da quando ho iniziato “realmente” a provarci. Ci sarei riuscito prima con Gamestop, ma le lungaggini del pagamento con PayPal non mi hanno consentito di finalizzare l’ordine e, sinceramente, sono più contento di averla acquistata su Amazon.it così da usufruire, in caso di problemi, della loro perfetta assistenza clienti.

Spero che i miei consigli vi siano utili e vi auguro buona fortuna nei vostri prossimi tentativi di acquistare la famosa Playstation 5!

Fabrizio Muscio

Appassionato di serie tv, hi-tech e sport. Ho avuto esperienze lavorative in grandi aziende come Sky Italia e Warner Bros a Roma. Pochi anni per essere definito vecchio, troppi anni per essere definito "Millenial"!