Come prepararsi per l’asta del fantacalcio

Come prepararsi per l’asta del fantacalcio

Manca meno di una settimana all’inizio ufficiale della nuova stagione della lega “Il mezzo punto” che vedrà come evento di apertura la classica asta che stabilirà le dieci fantasquadre che si contenderanno il titolo quest’anno.

Di solito ci sono due tipi di preparazioni possibili ad un evento del genere: ansiosa o rilassata, o si seguono le notizie delle squadre a partire dai ritiri di luglio per scoprire l’ultimo diamante grezzo del campionato oppure ci si rilassa beatamente al mare fino a settembre inoltrato per affannarsi il giorno prima dell’incontro per stilare una lista di papabili su cui puntare tutto.

Quest’anno i “rilassati” hanno avuto una grande mano visto che si è deciso di attendere la chiusura del calciomercato per incontrarsi e le prime due giornate di Serie A hanno dato importanti indicazioni su chi possa mettersi in luce o anche chi ha acquisito un posto da titolare nelle propria squadra, queste informazioni sono sicuramente fondamentali ma non pregiudicano l’intero andamento stagionale visto che le sorprese sono sempre dietro l’angolo e un attaccante che segna ad agosto non è detto che durerà fino a maggio.

Il modo migliore per stilare i propri preferiti è quella sicuramente di dare un’occhiata alle statistiche e assegnare ad ogni calciatore una classe di preferenza (fasce o stelle è la stessa cosa) così da capire su chi puntare maggiormente e chi eventualmente lasciare una volta che supera la parte di budget da investire. Fondamentale è cercare le “gemme nascoste”, quei calciatori low cost che sicuramente non saranno rilanciati ma che potrebbero fare la nostra fortuna con le loro prestazioni.

Dopo aver compilato la propria lista di obiettivi il fantallenatore deve ovviamente decidere in che modo portare con sé quelle informazioni e come trascrivere i nuovi giocatori acquistati.

I più nostalgici usano ancora la vecchia carta e la vecchia penna, accessori che non avranno mai problemi di batteria e di cui ci fidiamo ciecamente (a meno che non finisca l’inchiostro!). I più tecnologici invece useranno portatili, smartphone e tablet anche perché ormai da anni c’è la possibilità di visualizzare il file excel del presidente che aggiorna in real time la composizione delle rose e aggiorna i totali dei crediti rimasti rendendo di fatto inutile l’utilizzo della vecchia calcolatrice e azzerando i casi di sforamento del budget iniziale che caratterizzavano e infervoravano le ultime battute delle contrattazioni.

Ovviamente pizza, panzerotti e bevande sono ovviamente opzionali, prima, dopo o durante l’asta!

Fabrizio Muscio

Appassionato di serie tv, hi-tech e sport. Ho avuto esperienze lavorative in grandi aziende come Sky Italia e Warner Bros a Roma. Pochi anni per essere definito vecchio, troppi anni per essere definito "Millenial"!