I buoni propositi di settembre… dieta e palestra!

I buoni propositi di settembre… dieta e palestra!

La vacanza è finita, sono gli ultimissimi giorni di agosto e il termometro segna ancora 35 gradi all’ombra… qualche nuvoletta ha rovinato l’ultimo weekend, ma il tempo grigio permette di elaborare il pensiero che qualsiasi uomo o donna fa quando l’autunno inizia a far capolino e le ore di luce iniziano ad accorciarsi… “Dall’1 settembre inizio la dieta… e mi iscrivo anche in palestra!”.

Chi non ha mai pensato o esclamato questa frase… l’unico problema è che quest’anno il primo giorno di settembre era domenica e quindi via di pasta al forno, polpette fritte e al sugo, tiramisù e grappa ai frutti di bosco portata dai tuoi genitori dalla vacanza ferragostana in montagna!

“Ok dai si comincia da lunedì” è il pensiero successivo ma c’è quell’avanzo di ziti al forno del giorno prima che ti chiamano come se fossero l’Anello del Potere e tu ti ingobbisci diventando peggio di Gollum, esclamando “Il mio tessssoooro!”.

Hai mollato la presa sul carboidrato, ma almeno recupererai tornando in palestra dopo quattro mesi di assenza, perché dopo aver avuto una discreta costanza nei mesi invernali e primaverili, già a maggio avevi iniziato a diminuire drasticamente le presenze, a giugno faceva troppo caldo e alla fine hai buttato all’aria i soldi sborsati per l’abbonamento!

Ti presenti in palestra poco prima del tramonto così da riuscire a disperdersi nella calca tipica di quell’orario perché è il primo giorno e non hai assolutamente voglia di fare millemila esercizi, è come il primo giorno di scuola, utile solo a salutare i propri compagni.

Entri nella sala pesi timidamente ma, con grande stupore, dentro trovi al massimo una quindicina di persone. Il piano per passare inosservato è miseramente fallito dal principio, infatti prontamente l’istruttore si avvicina da te per chiedere se hai bisogno di una scheda ma tu rispondi che non ti serve perché ne possiedi già una, anche se non l’hai mai seguita e hai sempre fatto di testa tua.

Quando l’orologio scandisce le ore 20 diciamo che non puoi lamentarti, chiuderai la giornata con un’oretta di cardio e un paio di esercizi per gli addominali, un rientro soft anche perché nonostante la flebile aria condizionata della palestra sembra comunque di essere all’interno del Monte Fato (il vulcano che ha forgiato l’anello di cui si è parlato sopra).

Torni a casa e dopo il primo giorno in cui hai fatto sport hai una fame che ti mangeresti anche le pietre, ti avvicini alla tavola con il luccichio negli occhi quando ti viene presentata una mezza orata al forno (perché era davvero enorme e tu non hai mai amato il pesce) con due zucchine grigliate di contorno, ovviamente il pane è bandito. Il luccichio negli occhi si è definitivamente spento, finisci di mangiare e hai quella sensazione di vuoto come se la cena dovesse ancora cominciare.

Ti metti a letto con la consapevolezza che molte serate finiranno così, ma per ottenere un risultato bisogna impegnarsi ed essere costanti sia nell’abitudine ad un’alimentazione sana sia nell’attività fisica che fa bene al corpo e alla mente.

Domani è un altro giorno… chissà cosa si mangia!

 

Fabrizio Muscio

Appassionato di serie tv, hi-tech e sport. Ho avuto esperienze lavorative in grandi aziende come Sky Italia e Warner Bros a Roma. Pochi anni per essere definito vecchio, troppi anni per essere definito "Millenial"!